Il forum di Zimo

Si parla di tutto

today..
contatore

Puzzle

Non sei connesso Connettiti o registrati

leggende metropolitane

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 leggende metropolitane il Dom Apr 13, 2008 8:07 pm

°*gemellara*°

avatar
*vice amministratrice*
*vice amministratrice*
scrivete qui le leggende metropolitane ke conoscete o ke avete sentito! Twisted Evil


_________________
нσω ѕтяσиg ∂σ уσυ тнιик I αм ?


Visualizza il profilo http://www.myspace.com/sarhika

2 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 12:44 am

Obbry

avatar
Utente
Utente
L'autostoppista fantasma

"A notte inoltrata un tale stava guidando su una strada secondaria, quando vide al margine della carreggiata una bella ragazza che faceva l'autostop verso la sua stessa direzione. Un po’ titubante, alla fine decide di darle un passaggio. La ragazza sale in macchina silenziosamente e gli da indicazioni per riportarla a casa. Lui la riporta quindi a casa; si salutano e prosegue tranquillamente per la sua strada. La mattina dopo, rientrando in macchina per recarsi a lavoro, trova con sorpresa la giacca della ragazza, che aveva dimenticato sul sedile. Sorride, e pensa che per andare in ufficio dovrà recarsi comunque nella zona dove abita la ragazza; decide quindi di riportargliela. Giunto a destinazione, suona alla porta; gli apre un'anziana signora. "Mi scusi signora - dice il tale - ho riportato a sua figlia la giacca che aveva lasciato nella mia macchina ieri sera". "Ma…mia figlia è morta dieci anni fa!", risponde singhiozzando la signora."



Ultima modifica di Obbry il Lun Ago 11, 2008 12:50 am, modificato 2 volte

Visualizza il profilo

3 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 12:48 am

Obbry

avatar
Utente
Utente
Ragazza alla griglia

C'era una ragazza che, invitata per un matrimonio, voleva presentarsi a tutti i costi con una bella abbronzatura, per poter fare una bella figura. Decide quindi di sottoporsi ad alcune sedute con la lampada abbronzate. Suo malgrado, però, l'istituto di bellezza a cui si rivolge, aveva una regola per proteggere i clienti dai rischi di un’esposizione eccessiva ai raggi della lampada: il limite massimo era di mezz'ora al giorno. La ragazza però aveva troppo poco tempo per potersi abbronzare al ritmo di mezz’ora al giorno. Dopo averci pensato un po’ su, decide di aggirare l’ostacolo presentandosi in quattro saloni diversi al giorno, assorbendo in questo modo una dose quattro volte superiore a quella raccomandata . Così facendo era riuscita nel suo intento. Si era abbronzata in pochissimo tempo. Ma non era tutto. Ella aveva cominciato a sentirsi addosso uno strano odore, e decide di chiedere ad un medico. C’era una triste notizia per lei: si era ustionata tutti gli organi interni."

Visualizza il profilo

4 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 12:52 am

Obbry

avatar
Utente
Utente
Pane e lamette

Pane e Lamette Tommaso Raiola

La storia parla di persone finite all'ospedale dopo aver mangiato del pane, mentre vomitano sangue e presentano tagli nella bocca e tra le gengive. Tali persone in alcuni casi decedono, in altri si salvano miracolosamente dopo una provvidenziale lavanda gastrica. Dopo accurate indagini, la polizia risale a due-tre panifici (in alcune versioni il pane è stato acquistato al supermercato) che vengono posti sotto sequestro dai NAS.
Alla fine si scopre che è in giro un misterioso pazzo che getterebbe nelle impastatrici delle lamette sminuzzate, ma tale inafferrabile individuo risulta invisibile agli ignari panettieri, che si accorgono dei devastanti risultati solo quando è troppo tardi. Altre volte le lamette sarebbero nascoste nella farina.

Visualizza il profilo

5 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 12:53 am

Obbry

avatar
Utente
Utente
Dito nel ragù

Mi è venuta in mente un'altra leggenducola che continua a saltare fuori con cadenza quasi ciclica. Dovete sapere che io abito in un paese nei pressi di Pompei, nel quale è fiorente l'industria conserviera alimentare (pomodori, frutta, ecc.) con prodotti esportati anche all'estero.
Circola da anni la seguente leggenda, finita, a memoria del sottoscritto, anche su qualche settimanale locale:

Una signora,dopo aver aperto una scatola di pelati di una nota ditta locale per preparare un ragù, la versa in una pentola e si allontana.
Dopo poco, nota qualcosa di strano: c'è un oggetto che ballonzola sulla salsa in ebollizione. Spegne i fornelli, e, con un mestolo, cerca di recuperare l'oggetto che crede essere un pezzo di sughero, o qualcosa del genere.
In realtà era ben altro: si trattava di un dito umano, probabilmente appartenente ad un operaio e finito nella lattina perché tranciato da una macchina

Visualizza il profilo

6 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 12:56 am

°*gemellara*°

avatar
*vice amministratrice*
*vice amministratrice*
Obbry ha scritto:Dito nel ragù

Mi è venuta in mente un'altra leggenducola che continua a saltare fuori con cadenza quasi ciclica. Dovete sapere che io abito in un paese nei pressi di Pompei, nel quale è fiorente l'industria conserviera alimentare (pomodori, frutta, ecc.) con prodotti esportati anche all'estero.
Circola da anni la seguente leggenda, finita, a memoria del sottoscritto, anche su qualche settimanale locale:

Una signora,dopo aver aperto una scatola di pelati di una nota ditta locale per preparare un ragù, la versa in una pentola e si allontana.
Dopo poco, nota qualcosa di strano: c'è un oggetto che ballonzola sulla salsa in ebollizione. Spegne i fornelli, e, con un mestolo, cerca di recuperare l'oggetto che crede essere un pezzo di sughero, o qualcosa del genere.
In realtà era ben altro: si trattava di un dito umano, probabilmente appartenente ad un operaio e finito nella lattina perché tranciato da una macchina

Oddio che schifooooooooooo affraid Omg! ohoh


_________________
нσω ѕтяσиg ∂σ уσυ тнιик I αм ?


Visualizza il profilo http://www.myspace.com/sarhika

7 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 12:57 am

Obbry

avatar
Utente
Utente
L'autoradio rubata

Un uomo si trova spesso a fare lunghi viaggi per lavoro. Durante una sosta in Autogrill, gli viene rubata l'autoradio. Pochi giorni dopo, in procinto di partire per un nuovo viaggio, fa installare un'altra autoradio che gli viene nuovamente rubata.
Alla terza occasione, lascia la macchina senza autoradio e attacca al finestrino un biglietto con la scritta "E' inutile che scassiniate questa macchina, tanto non ha l'autoradio". Al suo ritorno, non trova più l'automobile. Al suo posto c'è un biglietto con la scritta "Non ti preoccupare, la radio ce la mettiamo noi.".

Visualizza il profilo

8 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 12:57 am

°*gemellara*°

avatar
*vice amministratrice*
*vice amministratrice*
Obbry ha scritto:L'autoradio rubata

Un uomo si trova spesso a fare lunghi viaggi per lavoro. Durante una sosta in Autogrill, gli viene rubata l'autoradio. Pochi giorni dopo, in procinto di partire per un nuovo viaggio, fa installare un'altra autoradio che gli viene nuovamente rubata.
Alla terza occasione, lascia la macchina senza autoradio e attacca al finestrino un biglietto con la scritta "E' inutile che scassiniate questa macchina, tanto non ha l'autoradio". Al suo ritorno, non trova più l'automobile. Al suo posto c'è un biglietto con la scritta "Non ti preoccupare, la radio ce la mettiamo noi.".


questa ci sta bene nelle barzellette xDDD


_________________
нσω ѕтяσиg ∂σ уσυ тнιик I αм ?


Visualizza il profilo http://www.myspace.com/sarhika

9 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 12:59 am

Obbry

avatar
Utente
Utente
Seni esplosivi

Al termine di un volo una passeggera sui trent'anni, graziosa, se ne stava come impietrita al suo posto, senza alzarsi. Preoccupata, una giovane hostess le si avvicina e nota due macchie rosse all'altezza dei seni appuntiti della viaggiatrice. Subito si spaventa e chiama i soccorsi. La ragazza comincia a balbettare, fatto che rincuora la hostess che l'aveva ormai data per spacciata. A causa della pressurizzazione della cabina, le protesi al silicone che la tipa si era fatta impiantare per arrotondare le sue forme asciutte erano letteralmente esplose."

Visualizza il profilo

10 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 1:03 am

Obbry

avatar
Utente
Utente
Lo sposo vendicatore

Un uomo prossimo al matrimonio va a fare la festa di addio al celibato. Passando per la futura casa, nota una luce accesa. Entra, sale e vede la futura mogliettina a letto col suo migliore amico e futuro testimone di nozze. Sta zitto e in silenzio se ne va. Il giorno dopo si presenta in chiesa tranquillo, ma alla fatidica domanda del sacerdote risponde "No! La puttana se la sposa quello lì.", indicando il testimone nonché suo ex-migliore amico"

Visualizza il profilo

11 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 1:04 am

Obbry

avatar
Utente
Utente
Vendetta telefonica

Un uomo vuole scaricare la ragazza con cui vive già da diverso tempo e una mattina le annuncia brutalmente che starà via per due settimane e che al ritorno vuole che nell'appartamento non ci sia più nessuna traccia di lei. Tornando, il tizio si aspetta di trovare l'appartamento sottosopra, o che la ragazza sia rimasta e non ne voglia sapere di andarsene. Ma scopre invece con grande piacere che la donna non c'è più e ha portato via tutta la sua roba, e che tutto è a prima vista in ordine. Poi sente uno strano rumore provenire dalla stanza vicina e trova che la cornetta del telefono è staccata ed emette suoni incomprensibili. L'uomo scuote le spalle e rimette la cornetta al suo posto per scoprire, all'arrivo della successiva bolletta del telefono, che la sua ex fidanzata aveva chiamato l'ora esatta di Tokyo e aveva lasciato la cornetta staccata per una settimana o più. La bolletta naturalmente ammonta a diversi milioni."

Visualizza il profilo

12 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 1:06 am

°*gemellara*°

avatar
*vice amministratrice*
*vice amministratrice*
Obbry ha scritto:Vendetta telefonica

Un uomo vuole scaricare la ragazza con cui vive già da diverso tempo e una mattina le annuncia brutalmente che starà via per due settimane e che al ritorno vuole che nell'appartamento non ci sia più nessuna traccia di lei. Tornando, il tizio si aspetta di trovare l'appartamento sottosopra, o che la ragazza sia rimasta e non ne voglia sapere di andarsene. Ma scopre invece con grande piacere che la donna non c'è più e ha portato via tutta la sua roba, e che tutto è a prima vista in ordine. Poi sente uno strano rumore provenire dalla stanza vicina e trova che la cornetta del telefono è staccata ed emette suoni incomprensibili. L'uomo scuote le spalle e rimette la cornetta al suo posto per scoprire, all'arrivo della successiva bolletta del telefono, che la sua ex fidanzata aveva chiamato l'ora esatta di Tokyo e aveva lasciato la cornetta staccata per una settimana o più. La bolletta naturalmente ammonta a diversi milioni."

grande ragazza xD


_________________
нσω ѕтяσиg ∂σ уσυ тнιик I αм ?


Visualizza il profilo http://www.myspace.com/sarhika

13 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 1:06 am

Obbry

avatar
Utente
Utente
11 settembre: una premonizione collettiva?


Il parapsicologo statunitense W.E.Cox condusse, negli anni ’50, uno studio molto interessante riguardo alla "capacità di evitare gli incidenti". Egli analizzò un certo numero di convogli ferroviari, alcuni dei quali avevano avuto degli incidenti. Ebbene, risultò che nei treni coinvolto negli incidenti il numero dei passeggeri era nettamente inferiore alla media del periodo precedente.

Il Georgian, treno che faceva servizio tra Chicago e l’Illinois orientale, ebbe un incidente il 15 giugno 1952. Al momento del disastro aveva a bordo solamente 6 passeggeri. La media dei passeggeri nei 10 giorni precedenti era di 55.8, con un calo dell’84%. Il numero dei passeggeri presenti non scese mai sotto le 35 unità.
Ugualmente il treno Chicago – Milwaukee – Saint Paul della Pacific Line, che deragliò esattamente sei mesi dopo, il 15 dicembre 1952, trasportava 55 persone. Secondo lo stesso metodo, il calo dei passeggeri il giorno della sciagura era stato di oltre il 50%.
Cox conclude che avviene una sorta di premonizione, conscia o inconscia che sia, che permette a molte persone di evitare una circostanza funesta.
E’ avvenuto questo, l’11 settembre?

In quel tragico 11 settembre sono state stimate 2595 vittime nel World Trade Center, ai quali va aggiunto un numero imprecisato di lavoratori irregolari. Tra questi bisogna sommare un certo numero di turisti, che prendevano letteralmente d’assalto il complesso, fino ad arrivare ad una media di 140000 visitatori in un giorno.
Ora, il volo American Airlines 11 colpì la torre nord alle 08.48 ora di New York. Ammettendo che il numero di turisti fosse limitato a quell’ora, si presume che gran parte degli impiegati del World Trade Center fosse già sul luogo di lavoro. Passarono solo 15 minuti prima che l’altro aereo, lo United Airlines 175 si schiantasse sulla torre sud, sotto gli occhi di migliaia di persone attonite e dei media.
Non ci sono purtroppo dati precisi sull’evacuazione delle due torri, prima e dopo l’impatto del secondo aereo. Eppure il numero delle vittime appare stranamente inferiore a quello stimato in un primissimo momento (una stima prudente parlava di almeno 7000, se non 10000 dispersi).

Visualizza il profilo

14 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 1:10 am

Obbry

avatar
Utente
Utente
La morte del fidanzato

"Una giovane coppia stava andando verso un promontorio sul mare per potersi appartare; era ormai notte fonda, quando, al momento di ripartire, la loro macchina rimane senza benzina. Il ragazzo tranquillizza la sua compagna, dicendo che andrà fuori a cercare una stazione di servizio, che ha visto a circa un miglio di distanza; le raccomanda di non uscire dalla macchina per nessun motivo; quando lui sarà di ritorno, busserà tre volte sullo sportello. Dopo circa un'ora di attesa, la ragazza comincia a sentir battere sulla macchina, e non capisce se è il suo ragazzo. Aspetta ancora e sente ancora battere, è sul punto di aprire la porta, quando sente altri battiti. Comincia ad essere sospettosa e si sentono ancora battiti e battiti. La ragazza incomincia ad agitarsi e ad essere spaventata, e si nasconde tra i sedili posteriori della macchina. I battiti continuano, e lei cerca di convincersi che sia solo un albero. Aspetta finché i battiti non cessano, e poi si addormenta. Al momento del risveglio, sentì un forte bussare sulla macchina. Aprì gli occhi e vide un poliziotto, che la invitava a scendere e a camminare in avanti senza guardarsi indietro. Inizialmente seguì le indicazioni, ma poi si voltò improvvisamente… vide il corpo del suo ragazzo che pendeva impiccato proprio sopra la macchina, e che grondava sangue provocando dei battiti sulla macchina".

Visualizza il profilo

15 Re: leggende metropolitane il Lun Ago 11, 2008 1:14 am

Obbry

avatar
Utente
Utente
La mano leccata

"Una bambina era solita andare a letto con il suo cane a fianco, tranquillizzata dal fatto che questo gli leccava la mano fino a farla addormentare. Una sera i genitori della bambina hanno un impegno, e non riescono a trovare una baby-sitter per prendersi cura della bimba. Questa rassicura i genitori, dicendo che per quella sera ci avrebbe pensato il suo fedele amico a proteggerla. I genitori partono così tranquilli per la serata.Giunta l'ora di andare a letto, la bambina si mette sotto le coperte, porgendo la mano verso il suo cane. E così si addormenta. Improvvisamente, nel cuore della notte si sveglia, infastidita da un gocciolio proveniente dal bagno. Impaurita porge la mano al suo cane. La bambina si sente ora più tranquilla perché sente che il suo fedele è lì con lei, che gli lecca la mano. Si addormenta di nuovo. La mattina dopo una tragica sorpresa la attendeva. Entrata in bagno vede il cane impiccato sulla doccia, che gocciola sangue. Sullo specchio una scritta terrificante: "anche gli uomini sanno leccare".

Visualizza il profilo

16 Re: leggende metropolitane il Gio Ago 14, 2008 11:11 am

Fede Alien

avatar
Moderatore
Moderatore
Ma Obbry dove le prende? XD


_________________



Prendete il significato dal vostro nome. Significa cose differenti a gente differente. Quella è la sua bellezza. È come mettere un quadro su una parete e dire, che cosa ne pensi? È molte cose differenti, su un livello personale, uno politico. E lo lasciamo aperto all'interpretazione. (Serj Tankian)
Visualizza il profilo http://www.myspace.com/fede_alien

17 Re: leggende metropolitane il Gio Ago 14, 2008 12:52 pm

Obbry

avatar
Utente
Utente
le conoscevo ma siccome nn mi andava di scrivere le ho prese da 1 sito x°D

Visualizza il profilo

18 Re: leggende metropolitane il Gio Ago 14, 2008 2:39 pm

Obbry

avatar
Utente
Utente
Prestazioni da supereroe:
E' notte fonda. "Aiuto, sono in trappola!" Si sente gridare da una camera d'albergo. Le grida svegliano i vicini di camera, e intervengono anche i portieri dell'hotel. Nessuno dei presenti avrebbe previsto la scena che si sarebbe presentata a loro di lì a poco. Sfondano la porta, e trovano la moglie legata al letto e imbavagliata, completamente nuda. E suo marito svenuto sul pavimento di fianco al letto, con indosso un costume da Uomo Ragno. Pare che per uno strano gioco erotico fosse salito sull'armadio, e poi abbia tentato di lanciarsi sul letto per liberare la bella prigioniera. Nella traiettoria tra l'armadio e il letto ha però incrociato un ventilatore a pale. Acceso. E facendosi molto male."

Visualizza il profilo

19 Re: leggende metropolitane il Ven Ago 22, 2008 9:23 pm

mati§§e


Utente
Utente
una ragazza,veramente stupida,si è infilata "li'" un wusterl.
quando ha provato a toglierlo, le è rimasto dentro un pezzo e ha dovuto chiedere a sua mamma di portarla all'ospedale....
CHE SFIGATA!!!

Visualizza il profilo

20 Re: leggende metropolitane il Ven Ago 22, 2008 11:39 pm

Fede Alien

avatar
Moderatore
Moderatore
mati§§e ha scritto:una ragazza,veramente stupida,si è infilata "li'" un wusterl.
quando ha provato a toglierlo, le è rimasto dentro un pezzo e ha dovuto chiedere a sua mamma di portarla all'ospedale....
CHE SFIGATA!!!
Oddio! XD


_________________



Prendete il significato dal vostro nome. Significa cose differenti a gente differente. Quella è la sua bellezza. È come mettere un quadro su una parete e dire, che cosa ne pensi? È molte cose differenti, su un livello personale, uno politico. E lo lasciamo aperto all'interpretazione. (Serj Tankian)
Visualizza il profilo http://www.myspace.com/fede_alien

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum